Rassegna settimanale 3-9 Febbraio 2020: Africa Subsahariana

Rassegna settimanale 3-9 Febbraio 2020: Africa Subsahariana

3 febbraio, Camerun – Tensioni nelle regioni anglofone in vista delle elezioni del 9 febbraio 

Il Camerun è in piena campagna elettorale in vista delle elezioni municipali che si terranno il 9 febbraio. A Buea, capitale della regione anglofona nel sud ovest del paese, in un clima di forte preoccupazione a causa di possibili attacchi da parte di ferventi secessionisti, si sono tenuti incontri e comizi elettorali da parte dei rappresentanti del partito al governo. A causa della precaria situazione della sicurezza nel paese, le elezioni locali e parlamentari sono già state posticipate due volte. Il portavoce del partito al governo ha affermato che, nonostante si sia coscienti del rischio di attacchi, manifestazioni e proteste da parte dei secessionisti, è giunto il momento di mettere da parte le preoccupazioni e dare al popolo camerunense la possibilità di votare.

Fonte: Africa News
Link: https://www.africanews.com/2020/02/03/anglophone-regions-tense-as-cameroon-parties-campaign-for-feb-9-vote/

 

4 febbraio, Guinea Equatoriale – Il governo dona 2 milioni di dollari alla Cina per combattere il Coronavirus

Il governo della Guinea Equatoriale ha annunciato che stanzierà 2 milioni di dollari da donare alla Cina per contribuire a combattere il diffondersi del Coronavirus. Come hanno affermato numerosi esponenti del governo, la Cina è sempre stata un partner leale per la Guinea e questa donazione è un segno di riconoscenza nei confronti di Pechino. Inoltre, emerge in questo modo la tendenza alla solidarietà che caratterizza il paese africano.

Così come in molti altri stati del continente africano, anche in Guinea Equatoriale la Cina ha investito significative somme di denaro per implementare le telecomunicazioni, le infrastrutture e le tecnologie.

Fonte: Africa News
Link: https://www.africanews.com/2020/02/05/equatorial-guinea-donates-2m-to-china-to-help-combat-coronavirus/

 

5 febbraio, Kenya – Il Kenya teme i risvolti negativi della guerra commerciale sino-americana

Il presidente keniota Uhuru Knyatta ha annunciato l’intenzione di stringere nuovi accordi sia con Washington che con Pechino e di voler mantenere buoni rapporti con entrambe le parti. Il Kenya teme di essere costretto a scegliere “da che parte stare” e ciò implicherebbe sicuramente conseguenze negative per l’economia del paese africano.

Le preoccupazioni di Nairobi sono comuni a molti altri paesi africani che desiderano continuare a beneficiare sia degli accordi con gli USA che degli accordi con la Cina e questa situazione è un esempio lampante della portata della guerra commerciale sino-americana e delle conseguenze che potrebbe avere non solo sulle due potenze, ma anche sul resto del mondo.

Fonte: Al Jazeera
Link: https://www.aljazeera.com/ajimpact/china-kenya-president-asks-choose-200205191125607.html

 

6 febbraio, Mozambico – Nuovi attacchi per mano dei militanti

Numerosi civili stanno lasciando le proprie abitazioni nelle regioni nord del Mozambico a causa di numerosi attacchi per mano di militanti islamici. Le truppe di militanti attaccano e radono al suolo villaggi e centri abitati, decapitano, rapiscono e torturano civili in massa.

Lo Stato Islamico ha recentemente rivendicato gli attacchi che, nonostante il tentativo di Nazioni Unite e UNHCR di fermare i militanti, non sono in diminuzione.

Fonte: Reuters
Link: https://af.reuters.com/article/topNews/idAFKBN2011QN-OZATP

 

7 febbraio, Malawi – Il presidente accusa la Corte Costituzionale

Peter Mutharika, presidente del Malawi, ha definito un vero e proprio “attacco al sistema democratico” la decisione della Corte Costituzionale di cancellare i risultati delle elezioni. Egli sostiene che tale decisione sia un tentativo di minare la volontà del popolo e ha annunciato che farà ricorso per annullare la sentenza e “proteggere la democrazia”. La scorsa settimana la Corte costituzionale aveva annullato i risultati delle elezioni, tenutesi a maggio, a causa di irregolarità.

Fonte: Reuters
Link: https://af.reuters.com/article/topNews/idAFKBN201246-OZATP

 

8 febbraio, Angola – il presidente sottolinea l’impegno del governo nel recuperare i fondi pubblici nascosti all’estero

Joao Lourenco, presidente dell’Angola, durante un meeting con la cancelliera tedesca Angela Merkel, ha sottolineato l’impegno del suo governo nel cercare di recuperare i fondi pubblici sottratti ad insaputa della popolazione. Tali fondi sono stati sottratti dalla figlia dell’ex presidente Jose Eduardo dos Santos, accusata di frode e altri crimini finanziari. Il nuovo presidente ha affermato che il suo governo riformista sta facendo della lotta alla corruzione il suo punto forte.

Fonte: Africa News
Link: https://www.africanews.com/2020/02/08/angola-s-lourenco-vows-to-recover-stolen-funds-hidden-abroad/

 

9 febbraio, Mali – Soldati francesi uccidono più di 30 militanti islamici

Diverse truppe di soldati francesi, conducendo tre operazioni separate, hanno fermato e ucciso circa 30 militanti legati ad al-Qaeda e allo Stato Islamico. Le operazioni condotte grazie al supporto della tecnologia militare (droni, aerei militari ed elicotteri) sono hanno avuto luogo in Mali, nella regione di Gourma e nella regione Liptako.

La Francia, così come gli USA, ha investito grandi somme di denaro per inviare truppe nella regione Sahel, al fine di combattere i militanti islamici e stabilizzare la situazione della regione.

Fonte: Reuters
Link: https://af.reuters.com/article/topNews/idAFKBN2020DU-OZATP

 

Featured Image Source: Creative Commons