Kim-Jong-Un

Rassegna settimanale 2-10 maggio 2022: Cina e Corea del Nord

 

2 maggio, Corea del Nord – Pechino è preoccupata delle crescenti tensioni nella penisola coreana

Pechino è preoccupata per le crescenti tensioni nella penisola coreana. Fonti ufficiali a Seoul e Washington dicono che la Corea del Nord si sta preparando a un nuovo test nucleare. Liu Xiaoming, rappresentante speciale del governo cinese sugli affari della penisola coreana ha affermato che le legittime e ragionevoli preoccupazioni di tutte le parti devono essere riconosciute per stabilizzare l’assetto politico. Nel frattempo, gli USA premono per maggiori sanzioni nei confronti della Corea del Nord, contro la Cina e la Russia che vorrebbero alleggerire il carico delle sanzioni su una già impoverita Corea del Nord.

Fonte: Euronews
Link: https://www.euronews.com/2022/05/02/uk-northkorea-southkorea-china

 

3 maggio, Cina – Pechino chiude le palestre e vieta di andare in ristorante come misura di rafforzamento dei controlli anti-covid

A due mesi dall’esplosione del Covid-19, Pechino ha deciso di chiudere le palestre, i luoghi di intrattenimento e i ristoranti per prevenire l’espandersi del Covid. Nel frattempo, Shanghai, che ha assistito a uno dei lockdown più duri, ha visto allentarsi le misure di controllo negli ultimi giorni. La città ha annunciato che si sono aggiunte oltre 1.188 aziende ad una lista bianca di aziende che hanno ripreso la produzione. Tutto questo quando a metà aprile le aziende che avevano ripreso a lavorare erano 666 di cui 247 straniere.
La Vicepresidente della Camera di Commercio dell’UE in Cina, Bettina Schoen-Behanzin, ha affermato che la sfida nei confronti del Covid è tuttora in piedi per la mancanza di camionisti e la necessità di trasferire i lavoratori all’interno delle aree produttive. Lunedì, il numero delle persone in lockdown a Shanghai è calato da 5.3 milioni a 2.5 milioni. Sebbene ai residenti non sia consentito lasciare parti della città in isolamento, le attività commerciali in altre aree generalmente rimangono aperte a coloro che sono risultati negativi al test Covid nelle ultime 48 ore.
Domenica, Pechino ha annunciato l’apertura di una struttura di quarantena centralizzata con 1.200 posti letto.

Fonte: CNBC
Link: https://www.cnbc.com/2022/05/03/beijing-city-bans-in-restaurant-dining-as-chinas-covid-controls-tighten.html

 

4 maggio, Corea del Nord – La Corea del Nord ha lanciato un missile balistico, secondo Giappone e Corea del Sud

Secondo quanto affermato dal Giappone e dalla Corea del Sud, la Corea del Nord ha lanciato un missile balistico a largo delle sue coste orientali. Il missile è stato lanciato da Sunan, una città vicina a Pyongyang. Nel frattempo, il viceministro della Difesa giapponese Makoto Oniki ha affermato che si stima che il missile abbia volato a un’altitudine massima di circa 800 chilometri su una distanza di circa 500 chilometri prima di cadere in mare al di fuori della zona economica esclusiva del Giappone. Si tratta del primo lancio missilistico dopo la parata militare del 25 aprile.
Tra le armi in mostra alla parata di Pyongyang c’erano un missile balistico intercontinentale (ICBM) Hwasong-17, lanciarazzi giganti e un missile balistico lanciato da un sottomarino. Secondo Kim, la ragione principale delle esercitazioni nucleari è quella di deterrenza nei confronti della guerra.

Fonte: Egypt Independent
Link: https://www.egyptindependent.com/north-korea-launches-ballistic-missile-japan-and-south-korea-say/

 

5 maggio, Cina – I limiti imposti dal Covid-19 in Cina intimoriscono i business europei

Secondo la Camera di Commercio europea, sempre più aziende europee in Cina stanno cercando di spostare i loro investimenti a causa dei severi blocchi del coronavirus nel Paese.
Le aziende europee che operano in Cina stanno risentendo degli impatti negativi della politica “zero-COVID” di Pechino, secondo un sondaggio aziendale pubblicato giovedì.
Il sondaggio condotto dalla Camera ha rilevato che il 23% dei suoi membri sta valutando la possibilità di spostare i propri investimenti attuali o programmati fuori dalla Cina e verso altri mercati.
Questa cifra è più del doppio del numero di aziende che hanno affermato di prendere in considerazione una mossa del genere all’inizio del 2022. È anche la percentuale più alta “in un decennio”, ha affermato la camera.
Circa il 78% delle imprese europee intervistate ha affermato di ritenere che la Cina sia “una destinazione di investimento meno attraente” a causa dei severi limiti di COVID-19 del paese.
Uno sbalorditivo 92% delle aziende ha affermato che le loro catene di approvvigionamento sono state influenzate dalla chiusura dei porti in Cina, nonché dal calo del trasporto merci su strada e dall’aumento dei costi del trasporto marittimo.
La Cina è rimasta ferma nella sua strategia “zero-COVID” di utilizzare blocchi rigorosi e mirati e test di massa. La variante Omicron, altamente trasmissibile, tuttavia, sta rendendo questa strategia sempre più difficile da attuare.
In diversi distretti densamente popolati è stato incoraggiato il lavoro da casa, mentre decine di stazioni della metropolitana rimangono chiuse.
Un prolungato blocco nella città più grande del paese, Shanghai, ha portato a carenza di cibo e alimentato la rabbia dell’opinione pubblica. L’hub finanziario ha riportato oltre 4.600 nuove infezioni giovedì e altri 13 decessi.

Fonte: Deutsche Welle
Link: https://www.dw.com/en/chinas-covid-curbs-rattle-eu-business-confidence/a-61691204

 

6 maggio, Corea del Nord – Gli Stati Uniti prendono di mira il riciclaggio di criptovalute della Corea del Nord

Il Tesoro degli Stati Uniti ha autorizzato per la prima volta un servizio di scambio di criptovalute in quanto mira ad impedire agli hacker nordcoreani di riciclare fondi rubati.
Le sanzioni, lanciate contro la società Blender.io, segnano la prima volta in cui il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti ha preso provvedimenti contro ciò che è noto nel settore delle criptovalute come mixer, un servizio a scopo di lucro che consente agli utenti di spostare criptovalute tra account senza mostrare una chiara registrazione della transazione.
Il Tesoro ha dichiarato in un comunicato stampa che la Corea del Nord ha utilizzato Blender.io per riciclare più di 20,5 milioni di dollari in criptovaluta che avrebbe rubato dal gioco online Axie Infinity a marzo. Gli hacker hanno rubato più di $ 600 milioni in criptovaluta dal proprietario al gioco.
Blender.io non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento inviata via email. Venerdì, il suo sito era inaccessibile.
I servizi di mixer non sono illegali, ma gli esperti affermano che sono diventati uno strumento cruciale per i criminali informatici che cercano di nascondere le proprie tracce. Uno dei più grandi servizi di mixaggio di ethereum, Tornado Cash, ha annunciato ad aprile di aver assunto Chainalysis, un’importante società di analisi blockchain che lavora per il governo degli Stati Uniti, per conformarsi meglio alle normative finanziarie del governo.
Mentre molti paesi usano le loro forze informatiche per condurre operazioni di spionaggio o militari, la Corea del Nord, che è pesantemente sanzionata dagli Stati Uniti e da altri paesi, ha schierato per anni i suoi hacker per rubare denaro per lo stato. Tali operazioni a volte hanno incluso il tentativo di hackerare le banche, ma più frequentemente sono rivolte a società che detengono enormi quantità di criptovaluta. Le Nazioni Unite hanno scoperto che quei fondi spesso vanno alle armi nucleari e ai programmi missilistici del paese.
Il Tesoro ha dichiarato nel suo annuncio che Blender.io ha anche aiutato alcune delle più distruttive bande di ransomware russe a riciclare i loro soldi.

Fonte: NBC News
Link: https://www.nbcnews.com/tech/crypto/us-takes-aim-north-korean-crypto-laundering-rcna27660

 

7 maggio, Cina – John Lee di Hong Kong: l’ex capo della sicurezza diventa il nuovo leader

John Lee è stato nominato nuovo leader di Hong Kong, dopo un processo di votazione chiuso in cui era l’unico candidato.
La sua nomina è un’evidente mossa del governo cinese per rafforzare la sua presa sulla città. Conosciuto come un convinto sostenitore di Pechino, Lee ha supervisionato le repressioni, a volte violente, dei manifestanti pro-democrazia nel 2019. Lee sostituisce l’amministratrice delegata uscente Carrie Lam, in servizio dal 2017.
I leader di Hong Kong sono selezionati da un comitato a circolo chiuso di circa 1.500 membri, che sono quasi tutti lealisti pro-Pechino, anche se questa volta c’era un solo contendente da eleggere.
Lee, che era l’ex segretario capo e il secondo funzionario di grado più alto della città, è sempre stato considerato il sostituto preferito di Lam, la quale in precedenza aveva annunciato che non avrebbe cercato un secondo mandato.
Sebbene Lee abbia il sostegno di Pechino, è profondamente impopolare per il suo ruolo nella supervisione della repressione dei manifestanti durante le manifestazioni per un controverso disegno di legge sull’estradizione nel 2019.
Lee ha continuato a sostenere il disegno di legge nonostante i disordini ed è stato oggetto di intense critiche per aver sanzionato l’uso da parte della polizia di cannoni ad acqua, proiettili di gomma, gas lacrimogeni e, occasionalmente, proiettili veri per disperdere i manifestanti.
Nel 2020 ha anche sostenuto l’imposizione di una controversa legge sulla sicurezza nazionale che ha criminalizzato la maggior parte delle forme di protesta e dissenso politici e ha ridotto l’autonomia della città.
È stato elevato ai ranghi della leadership l’anno scorso, in segno, hanno detto gli analisti, dell’intenzione di Pechino di concentrarsi sulla sicurezza a Hong Kong.
Il suo ruolo nell’attuazione della legge ha portato a sanzioni statunitensi contro di lui e una dozzina di altri funzionari e un blocco di YouTube sulla sua campagna elettorale del 2022.
La Lega dei socialdemocratici – uno degli unici gruppi pro-democrazia rimasti – ha tenuto una protesta di tre persone prima dell’apertura delle urne, cantando “potere al popolo, suffragio universale ora”.

Fonte: BBC
Link: https://www.bbc.com/news/world-asia-china-61345463

 

8 maggio, Corea del Nord – Le orribili esecuzioni di Kim Jong-un: da una vasca piena di piranha ai lanciafiamme

Kim Jong-un, secondo i rapporti, è noto per le sue brutali esecuzioni capitali. I metodi del despota nordcoreano sono apparentemente progettati per spaventare chiunque stia pensando di disobberdirgli.
Kim Jong-un una volta ha giustiziato un generale gettandolo in un acquario pieno di piranha. È solo uno dei metodi barbari che si dice siano stati usati per giustiziare coloro che hanno disobbedito al leader da quando è salito al potere nel 2011.
Altri metodi includono far a pezzi i funzionari con una pistola anticarro, impiccagioni e uso del lanciafiamme. Kim ha fatto costruire il gigantesco acquario all’interno della residenza di Ryongsong, uno dei suoi palazzi presidenziali.
Le braccia e il busto della vittima sono stati accoltellati prima di essere gettati nella vasca piena di centinaia di piranha brasiliano. Alcuni credono che Kim abbia avuto l’idea del metodo di esecuzione dei piranha dal film di James Bond del 1977, The Spy Who Loved Me, in cui il cattivo Karl Stromberg uccide i suoi nemici facendoli cadere in un acquario pieno di squali.
La sfortunata vittima è tra almeno 16 assistenti di alto livello che sono stati cacciati via insieme ad altri tra cui il suo capo dell’esercito e gli ambasciatori a Cuba e in Malesia. Anche altri centinaia di cittadini nordcoreani sono stati uccisi.
O Sang-hon era il viceministro della sicurezza presso il Ministero della Pubblica Sicurezza che, secondo quanto riferito, è stato ucciso durante un’epurazione politica nel 2014.
Secondo fonti citate dal quotidiano sudcoreano The Chosun Ilbo, O Sang-hon è stato giustiziato con un lanciafiamme per aver sostenuto lo zio di Kim Jong-un, Jang Song-thaek, il quale aveva tentato di rovesciare il regime comunista attraverso un colpo di stato sostenuto dai militari.
Alcuni esperti affermano che le notizie su questi brutali metodi di esecuzione potrebbero essere solo voci alimentate dal regime per instillare paura o potrebbero essere inventate dai nemici della Corea del Nord.

Fonte: Daily Star
Link: https://www.dailystar.co.uk/news/world-news/north-korean-leader-kim-jong-26868256

 

(Featured image source: Flickr U.S. Department of State)