Rassegna settimanale 26 marzo-1 aprile 2018: Africa Subsahariana

Rassegna settimanale 26 marzo-1 aprile 2018: Africa Subsahariana

26 marzo 2018, SIERRA LEONE – La Corte Suprema pospone il ballottaggio al 31 marzo

Il ballottaggio per l’elezione del nuovo Presidente della Sierra Leone si terrà il 31 marzo, anziché il 27 come inizialmente previsto.

La scelta sarà tra Samura Kamara, candidato del partito attualmente al potere, l’All Peoples’ Congress, e il candidato del principale partito d’opposizione, Julius Maada Bio del Sierra Leone Peoples Party. Maada Bio aveva vinto il primo round delle elezioni, ma non era riuscito a ottenere il 55% dei voti richiesto per assicurarsi l’elezione.

Fonte: Africa News

Link: http://www.africanews.com/2018/03/26/sierra-leone-supreme-court-postpones-presidential-runoff-to-march-31/

 

27 marzo 2018, NIGERIA – La Nigeria dovrà tenere delle consultazioni prima di unirsi alla African Trade Zone

La Nigeria ha deciso di non unirsi ancora alla zona africana di commercio libero, perché dovrà tenere consultazioni più approfondite prima di prendere la decisione.

Gli altri leader della regione si sono detti d’accordo a formare una zona di libero commercio che interesserà 1,2 miliardi di persone; a non firmare l’accordo, tuttavia, sono stati 11 Paesi, tra cui Nigeria (la più grande economia africana) e il Sudafrica (l’economia più sviluppata).  Gli altri Stati che per il momento si sono tenuti in disparte sono: Botswana, Lesotho, Namibia, Zambia, Burundi, Eritrea, Benin, Sierra Leone e Guinea Bissau.

Fonte: Reuters

Link: https://www.reuters.com/article/us-africa-trade-nigeria/nigeria-to-consult-before-deciding-on-african-trade-zone-idUSKBN1H31H1

 

28 marzo 2018, SUDAFRICA – Donna arrestata in seguito a sentenza storica per invettiva razzista

Vicki Momberg, ex agente immobiliare sudafricana, è stata condannata a tre anni di prigione, di cui uno sospeso, per aver abusato verbalmente di un ufficiale di polizia di colore. Si tratta di una sentenza storica, perché fino a ora, in casi simili, i colpevoli erano sempre stati soltanto multati.

In un video del 2016, diventato virale, si vedono l’ufficiale cercare di aiutare la Momberg dopo che dei ladri erano entrati nella sua macchina e la donna che dichiara di voler essere aiutata da ufficiali bianchi o indiani. Nella sua invettiva contro le persone di colore, la Momberg chiama diverse volte “kaffir” il poliziotto. “Kaffir” è un termine risalente all’epoca dell’apartheid per riferirsi a persone di colore, ed è fortemente connotato e offensivo.

In ottobre, due contadini bianchi erano stati filmati mentre spingevano un uomo nero in una bara: i due sono stati arrestati per tentato omicidio, assalto e rapimento.

Fonte: The Guardian

Link:  https://www.theguardian.com/world/2018/mar/28/south-african-woman-jailed-in-landmark-ruling-for-racist-rant

 

29 marzo 2018, KENYA – Il Kenya sta costruendo una barriera per fermare i profughi somali

Già da diversi anni, il Kenya sta costruendo una recinzione lungo il confine con la Somalia, per impedire il passaggio dei profughi somali, considerati un pericolo per la sicurezza nazionale. I somali rifugiati in Kenya sono più di 300mila. Il Governo del Kenya vorrebbe anche chiudere il campo profughi di Dadaab e procedere con il rimpatrio forzato dei rifugiati.

Fonte: Internazionale

Link: https://www.internazionale.it/video/2018/03/29/kenya-somalia-muro

 

30 marzo 2018, SENEGAL – Leader dell’opposizione condannato a cinque anni per corruzione

Un tribunale del Senegal ha condannato Khalifa Sall, leader dell’opposizione e ex Sindaco della capitale Dakar, a cinque anni per corruzione, appropriazione indebita e falsificazione di documenti. Anche due dei suoi complici hanno ricevuto la stessa condanna.

Il vicesindaco di Dakar, Cheikh Gueye, denuncia a Reuters come, a suo parere, la decisione sia stata presa solo per impedire a Khalifa Sall di candidarsi alle elezioni presidenziali.

Il Senegal è considerato come una delle nazioni più democratiche e stabili dell’Africa occidentale, ma negli ultimi anni le forse dell’opposizione denunciano un cambiamento negli standard del partito al potere.

Fonte: Reuters

Link: https://www.reuters.com/article/us-senegal-politics/senegal-opposition-leader-jailed-five-years-for-graft-idUSKBN1H617B

 

31 marzo 2018, NAMIBIA – Presidente della Namibia difende la Cina, dicendo che non sta colonizzando l’Africa

Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa cinese Xinhua, il Presidente della Namibia, Hage Geingob, avrebbe preso le parti della Repubblica Popolare Cinese, spiegando come la Cina NON stia cercando di colonizzare il continente africano, e come dalla crescente cooperazione tra Cina e Africa stiano traendo beneficio entrambe le parti.

L’Africa rappresenta una regione importante per la Cina, che cerca di accrescere la sua influenza globale e che sta investendo miliardi di dollari in progetti di infrastrutture nel continente. Alcuni critici mettono in questione i veri motivi che spingono la Cina a questi interventi, accusandola di cercare di assicurarsi l’accesso a materie prime come minerali e petrolio.

Fonte: Reuters

Link: https://www.reuters.com/article/us-china-africa/namibia-president-says-china-not-colonizing-africa-china-state-media-idUSKBN1H80TY

 

1 aprile 2018, SOMALIA – Attacchi di Al Shabaab portano alla morte di peacekeepers ugandesi

Militanti islamisti in Somalia hanno compiuto diversi attacchi coordinati contro le forze di peacekeeping dell’Unione Africana, causando la morte di almeno 59 soldati ugandesi. Gli attacchi hanno avuto inizio nella mattina di domenica, quando due macchine cariche di esplosivi sono esplose fuori da una base dell’Unione Africana nella città di Bulo Mareer, a 100 miglia da Mogadiscio. Poi, un grande numero di combattenti di Al Shabaab ha cominciato a sparare dalle posizioni a riparo degli alberi.

L’Unione Africana programma di ritirare gradualmente le sue truppe dal Paese entro il 2020, per restituire il comando delle operazioni di sicurezza all’esercito somalo.

Fonte: The New York Times

Link: https://www.nytimes.com/2018/04/01/world/africa/somalia-shabab-african-union.html

 

(Featured Image Source: Wikimedia Commons)