Rassegna settimanale 6-12 maggio 2019: Africa Subsahariana

Rassegna settimanale 6-12 maggio 2019: Africa Subsahariana

12 maggio, Nigeria – Lo Stato islamico rivendica l’uccisione di 11 soldati nel nordest della Nigeria

Lo Stato islamico ha ucciso 11 soldati nigeriani in un attacco nella città di Gajiganna, secondo quando riportato dall’agenza del gruppo, AMAQ.

L’organizzazione jihadista ha affermato che l’attacco ai soldati è avvenuto venerdì  nella città che si trova nel nordest dello stato del Borno, mostrando immagini di corpi morti e caserme bruciate.

Tre fonti, inclusa quella dell’ospedale, hanno confermato l’attacco, sostenendo che i miliziani sono arrivati con le moto alle 6.30 della sera e hanno aperto il fuoco contro residenti e militari.

I combattenti sono scappati dopo che i militari hanno chiesto l’aiuto della forza area e dei battaglioni dislocati nelle vicinanze.

Islamic State West Africa Province (ISWAP) sta portando avanti una serie di attacchi in Nigeria negli ultimi mesi.

Il gruppo si è diviso nel 2016 dai Boko Haram, che stanno portando avanti una insurrezione da oltre dieci anni nel nordest della Nigeria uccidendo 300000 persone.

Fonte: Reuters, link: https://af.reuters.com/article/topNews/idAFKCN1SI04C-OZATP

11 maggio, Sud Africa – African National Congress (ANC) ottiene la maggioranza dei seggi in parlamento

Il partito di governo African National Congress (ANC) ha ottenuto la maggioranza dei voti in parlamento con il 57,5% dei voti, secondo i dati della commissione elettorale.

La vittoria dell’ANC ha assicurato seggi sufficienti per permettere altri cinque anni di governo al Presidente President Cyril Ramaphosa, ma il partito è stato punito dagli elettori per gli sforzi incerti nel combattere la corruzione, la disoccupazione e le disparità razionali.

L’ANC ha ottenuto 230 seggi dai 249 precedenti. Il principale partito di opposizione Democratic Alliance ha diminuito i consensi da 84 seggi a 89, mentre il movimento di sinistra Economic Freedom Fighters è passato da 19 a 44 seggi.

Fonte: Reuters,  link: https://af.reuters.com/article/topNews/idAFKCN1SH0I1-OZATP

10 Maggio, Benin – Due soldati francesi uccisi per liberare quattro ostaggi

La Francia ha dichiarato che due soldati francesi sono stati uccisi in una operazione per liberare quattro osteggi nella regione del Sahel , aggiungendo che gli ostaggi, una donna americana, un cittadino sudcoreano e due francesi sono ora al sicuro. I due turisti francesi sono stati rapiti durante un safari in Benin la scorsa settimana, e la loro giuda locale è stata ritrovata morta.

Fonte: Reuters, link: https://af.reuters.com/article/topNews/idAFKCN1SG1DA-OZATP

9 Maggio, Sud Sudan – Per il Presidente del Sud Sudan la formazione di un governo unitario dovrà essere posticipata di un anno

Il presidente del Sud Sudan ha affermato che la formazione del governo di unità nazionale dovrà essere posticipata di almeno di un anno, nonostante la deadline del 12 maggio decisa negli accordi di pace di settembre 2018,  che hanno posto fine alla guerra civile.

Il Presidente Salva Kiir ha, inoltre, dichiarato che il governo non è stato in grado di disarmare il Paese e di integrare le varie forze del Sud Sudan da quando è stato firmato l’accordo. Ha inoltre rigettato l’affermazione dell’ex leader dei ribelli Riek Machar secondo il quale il nuovo governo sarà formato in sei mesi.

“Invece di sei mesi chiediamo un anno, perché da maggio a novembre c’ è la stagione delle piogge e non puoi muoverti nel Paese ”, ha dichiarato Kirr, “ potremmo formare il governo ad aprile o a maggio”.

Circa 400000 persone sono morte nei cinque anni di guerra civile, scoppiata nel 2013 fra le forze di Machar, ex vice Presidente, e quelle di Kiir.

Fonte: Reuters, link: https://af.reuters.com/article/topNews/idAFKCN1SF0D8-OZATP

8 maggio, Sud Africa – Iniziato il voto in Sud Africa

I Sudafricani hanno iniziato a votare per le elezioni del Parlamento e  quelle provinciali, con code in numerosi seggi elettorali.  Il partito di governo  African National Congress  ha vinto tutte le elezioni parlamentari dalla fine della dominazione bianca nel 1994, e i sondaggi danno il partito ancora in vantaggio nei 400 seggi dell’Assemblea nazionale. Tuttavia, gli analisti sostengono che il margine della vittoria del partito di governo sarà ridotto.

Fonte: Reuters, link: https://af.reuters.com/article/topNews/idAFKCN1SE0G6-OZATP

7 maggio,  Sudan – Le proteste in Sudan ispirano le espressioni artistiche

L’artista sudanese, Rashid Drar, era solito lavorare da casa, ma ora dipinge attorno al sit-in davanti al Ministero della Difesa a Khartum.

Drar afferma che è il suo modo “ di essere parte della rivoluzione”, il movimento di protesta che ha deposto l’ex Presidente Omar al-Bashir  l’11 Aprile  e che ora chiede ai militari di lasciare il governo in mano ai civili.

“Io disegno la gente del Sudan. L’arte è qualcosa di buono, come la rivoluzione”.

L’ampia strada di fronte al Ministero della Difesa dove migliaia di persone protestano dal 6 Aprile si è trasformata in un hub culturale.

Accanto agli infuocati discorsi politici, le piazze si sono animate con recite musicali, show di danza, esibizioni di fotografie, gare di scacchi e letture di libri. Lo spazio attorno al sit-in è diventato una esibizione a cielo aperto di pitture sul muro.

Per Amna Almahi, giornalista, le opere d’arte sono espressione delle ferite dei tre decenni di regime autoritario di Bashir. “Le persone del Sudan hanno sofferto la dura  repressione politica” afferma. “Ora vogliono libertà, uguaglianza e democrazia. Il contenuto politico di queste pitture sul muro rappresenta queste richieste”.

Fonte: Reuters, link: https://af.reuters.com/article/topNews/idAFKCN1SD0XD-OZATP

6 maggio, Sud Africa – Due nuove epidemie di febbre suina in Sud Africa

Due nuove epidemie di febbre suina sono state scoperte in Sud Africa ad Aprile, ha affermato il ministro dell’Agricoltura, e seguono una esplosione della malattia nel Nord ovest del Paese lo scorso mese.

I nuovi casi sono stati rilevati nella provincia centrale di Gauteng, e in quella del nord di  Mpumalanga.  Il Ministro ha evidenziato che lo stesso virus  è responsabile delle tre epidemie.

“Le aree affette sono state messe in quarantena e i servizi veterinari provinciali stanno applicando tutte le misure necessarie contro la malattia”, ha dichiarato il Ministro in un comunicato ufficiale, aggiungendo che si sta indagando sull’origine della malattia e sul contagio di altre fattorie. La febbre suina africana è incurabile per i maiali ma è innocua per gli uomini.

Fonte: Reuters, link: https://af.reuters.com/article/topNews/idAFKCN1SC1GN-OZATP

Featured Image Source: Flickr