japanese-society-women

Donne e partecipazione politica in Giappone: una prospettiva di genere

Dalla conferenza che abbiamo tenuto in occasione di “Una finestra sul Giappone”, evento organizzato dall’associazione Fujikai di Brescia, abbiamo realizzato una serie di dossier sulla condizione delle donne in Giappone.

Il Giappone, uno dei Paesi più sviluppati al mondo, è arretrato in termini di uguaglianza sociale e pari opportunità. La discrepanza tra uomo e donna risulta evidente soprattutto in ambito politico e manageriale, dove la presenza femminile è tutt’oggi quasi nulla. Le donne giapponesi, aventi sulla carta gli stessi diritti e doveri degli uomini, vivono un’anacronistica situazione di mancata emancipazione, laddove la politica è ancora “cosa da uomini” e famiglia e cura della casa rappresentano ancora il fardello di ogni donna.

Il primo dossier ha l’obiettivo di delineare la condizione femminile in Giappone, analizzando diversi dati e mettendoli in relazione con gli altri Paesi OCSE.

Leggi qui il dossier

Procediamo, poi, con un excursus storico della donna nella politica giapponese, partendo dal suffragio universale e arrivando alla “Womenomics” di Abe.

Un’analisi indispensabile per capire lo scenario attuale in materia di uguaglianza di genere in Giappone.

Leggi qui il dossier

Analizziamo, infine, i movimenti femminili che sono nati in Giappone dagli anni 2000 in poi. Nonostante tutte le difficoltà e gli ostacoli strutturali insiti nella società giapponese, negli ultimi anni le donne stanno iniziando ad essere sempre più consapevoli dell’importanza del loro ruolo.
Hanno, quindi, avviato diverse iniziative con lo scopo di affermare un ruolo determinante all’interno della società, della politica e del lavoro.

Leggi qui il dossier

 

(Featured image source: The Economist)