Rassegna settimanale 31 Ottobre - 6 Novembre 2022: Africa Subsahariana

Rassegna settimanale 31 Ottobre – 6 Novembre 2022: Africa Subsahariana

31 ottobre, Repubblica Democratica del Congo – In migliaia in protesta contro il Ruanda

Migliaia di persone si sono unite alle proteste contro il Ruanda a Goma, nella Repubblica Democratica del Congo. I manifestanti denunciano il presunto sostegno del Ruanda ai ribelli dell’M23, che hanno fatto avances nelle campagne intorno alla capitale.

“Denunciamo l’ipocrisia della comunità internazionale di fronte all’aggressione del Ruanda”, ha detto all’agenzia di stampa AFP Mambo Kawaya, un rappresentante della società civile presente alla manifestazione.

Un gruppo prevalentemente tutsi congolese, l’M23 ha ripreso a combattere alla fine del 2021 dopo essere rimasto inattivo per anni. La rinascita del gruppo ha destabilizzato le relazioni regionali nell’Africa centrale, con la Repubblica Democratica del Congo che ha accusato il suo vicino più piccolo, il Ruanda, di sostenere il gruppo ribelle.

Fonte: Al Jazeera
Link: https://www.aljazeera.com/news/2022/10/31/thousands-join-anti-rwanda-protests-in-dr-congos-goma

 

1 novembre, Senegal – L’opposizione denuncia un “sotterfugio politico”

Il principale leader dell’opposizione e candidato alla presidenza del Senegal, Ousmane Sonko, ha esortato i suoi sostenitori a mantenere la calma alla vigilia dell’udienza in tribunale in un caso di stupro intentato contro di lui.

Il suo arresto e la sua incriminazione nel marzo dello scorso anno avevano portato a diversi giorni di rivolte, saccheggi e distruzioni.

Sonko ritiene che il caso contro di lui sia “un complotto ordito ai vertici dello stato” e una “trappola” tesa dal presidente Macky Sall, come una “strategia del caos” per screditare i suoi oppositori politici.

I membri della coalizione di opposizione Yewwi Askan Wi di Sonko hanno espresso il loro sostegno al loro leader, dicendo che saranno uniti di fronte a qualsiasi ingiustizia.

Fonte: Africa News
Link: https://www.africanews.com/2022/11/02/senegalese-opposition-warns-of-political-subterfuge-on-eve-of-leaders-hearing/

 

2 novembre, Kenya – Schierate centinaia di truppe armate nella RDC orientale

Il presidente del Kenya William Ruto ha annunciato che il suo paese sta inviando più di 900 militari nella Repubblica Democratica del Congo (RDC) per unirsi a una nuova forza regionale incaricata di cercare di calmare le tensioni mortali alimentate dai gruppi armati.

Ruto ha definito la missione “necessaria e urgente” per la sicurezza regionale e ha affermato che lui e il presidente della RDC avevano concordato come le forze keniote avrebbero lavorato con i congolesi e altre forze per disarmare i ribelli e mantenere la pace nel travagliato oriente del paese. La cooperazione tra i due Paesi ha portato le forze keniote ad avere sede a Goma, capitale della RDC.

Fonte: Al Jazeera
Link: https://www.aljazeera.com/news/2022/11/2/kenya-deploys-hundreds-to-regional-force-in-eastern-congo

 

3 novembre, Etiopia – Siglato un accordo di pace per porre fine alla guerra in Tigray

I leader regionali e mondiali hanno applaudito l’accordo di pace tra il governo etiope e i ribelli del Tigray, suscitando speranze per la fine di due anni di brutale conflitto segnato da atrocità, tra cui uccisioni, stupri di gruppo e fame.

L’ex presidente nigeriano Olusegun Obasanjo, mediatore dell’Unione africana, ha affermato che l’accordo firmato in Sudafrica ha segnato una nuova “alba” per l’Etiopia.

La guerra, scoppiata nel novembre 2020, ha contrapposto le forze regionali della regione settentrionale del Tigray all’esercito federale etiope e ai suoi alleati, che includono combattenti di altre regioni e della vicina Eritrea. Ha ucciso migliaia di persone, sfollato milioni di persone e lasciato centinaia di migliaia sull’orlo della carestia.

Fonte: Al Jazeera
Link: https://www.aljazeera.com/news/2022/11/3/how-did-the-world-react-to-the-ethiopia-peace-deal

 

4 novembre, Sudafrica – Condanne contro le esercitazioni navali congiunte con la Russia

Il principale partito di opposizione del Sudafrica, DA, ha condannato il governo per aver condotto esercitazioni navali congiunte con la Russia, definendole un “terribile errore di giudizio”.

La Russia ha subito sanzioni da un certo numero di potenze mondiali per la sua belligeranza in Ucraina, ma sembra aver trovato alleati tra le nazioni africane, alcune delle quali si sono astenute da una risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che condanna l’invasione o hanno accordi militari con il paese.

Secondo quanto riferito, la prima esercitazione militare tra Sudafrica e Russia è stata nel novembre 2019.L’esercitazione di questa settimana è avvenuta in una base navale al largo di Durban e includeva anche la marina cinese.

La scorsa settimana, il governo sudafricano era in acqua calda per aver consentito a un oligarca russo di attraccare il suo superyacht a Cape Town contro la volontà del sindaco della città.

Fonte: BBC
Link: https://www.bbc.com/news/live/world-africa-62845583?ns_mchannel=social&ns_source=twitter&ns_campaign=bbc_live&ns_linkname=6364e00f49d9ef23494b914a%26South%20Africa%20criticised%20for%20navy%20exercise%20with%20Russia%262022-11-04T17%3A47%3A17.925Z&ns_fee=0&pinned_post_locator=urn:asset:d2b0ac3e-0777-4025-af9b-5a5b601a53b4&pinned_post_asset_id=6364e00f49d9ef23494b914a&pinned_post_type=share

 

5 novembre, Africa – L’African Development Bank si assicura 31$ miliardi al’Africa Investment Forum

La Banca africana di sviluppo ha raccolto 31 miliardi di dollari in impegni di investimento per progetti durante l’Africa Investment Forum, ha affermato il presidente della banca Akinwumi Adesina al termine della riunione di tre giorni. Adesina ha fornito alcuni dettagli sui progetti, ma ha affermato che un obiettivo certo su cui lavorare sarebbero le zone di lavorazione agricola.

I progetti annunciati all’inizio dell’anno provenivano da settori quali l’agricoltura e l’agroindustria, l’istruzione, l’energia e il clima, l’assistenza sanitaria, i minerali e l’estrazione mineraria e le tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Fonte: Reuters
Link: https://www.reuters.com/world/africa/african-development-bank-secures-31-bln-investment-forum-2022-11-05/

 

6 novembre, Ghana – La popolazione in protesta chiede le dimissioni del presidente

Più di 1.000 manifestanti hanno marciato attraverso la capitale del Ghana, Accra, chiedendo le dimissioni del presidente Nana Akufo-Addo. Il paese si trova nel mezzo di una crisi economica che ha martellato la valuta cedi e ha visto i costi di carburante e cibo salire a livelli record.

La scorsa settimana il presidente ha cercato di rassicurare i ghanesi sul fatto che le autorità avrebbero riportato in carreggiata le finanze del paese dopo che l’inflazione al consumo ha superato il 37% a settembre. “Ha fallito e gli stiamo chiedendo di dimettersi. Gli alti incrementi del prezzo del carburante stanno uccidendo il popolo del Ghana”, affermano i manifestanti.

Il Ghana, che produce oro, cacao e petrolio, ha anche visto la sua valuta crollare di oltre il 40% rispetto al dollaro, rendendola una delle valute con le peggiori performance in una regione che sta soffrendo le ricadute di crisi globale e rallentamento economico.

Fonte: Reuters
Link: https://www.reuters.com/world/africa/ghanaian-protesters-demand-president-step-down-over-economic-crisis-2022-11-05/

 

(Featured Image Source: WordPress)

 

A cura di Irene Ferri